Home » Diritto Amministrativo » Spoil system e dubbi di costituzionalità
  • Spoil system e dubbi di costituzionalità

    Corte di Cassazione, Sezione L civile Ordinanza 10 giugno 2014, n. 13064

    IMPIEGO PUBBLICO – PUBBLICI FUNZIONARI – SPOILS SYSTEM – L.R. ABRUZZO N. 27/2005 – SUSSISTENZA DEL DUBBIO DI LEGITTIMITÀ COSTITUZIONALE.

    Sussiste il dubbio di legittimità costituzionale della L.R. Abruzzo 12/8/2005, n. 27, contenente nuove norme sulle nomine di competenza degli organi di direzione politica della Regione, atteso che prevede l’applicazione dello spoils system a dirigenti che, seppure posti a capo di un ente dipendente dalla regione quale e’ nel caso di specie l’Ente Strumentale Regionale Abruzzo Lavoro, hanno compiti amministrativi o di natura tecnica, non riconducibili a quelli di diretta collaborazione dell’organo politico. L’art. 2 della predetta legge che ne prevede la decadenza con la stessa entrata in vigore della legge si configura, ancor di più, in contrasto con i richiamati principi affermati più volte dalla Corte Costituzionale. La prevista decadenza, infatti, comporta che il direttore generale viene fatto cessare dal rapporto d’ufficio e di lavoro con la regione per una causa estranea alle vicende del rapporto stesso e non sulla base di valutazioni concernenti i risultati aziendali: ciò viola l’art. 97 Cost., sotto il duplice profilo dell’imparzialità e del buon andamento della pubblica amministrazione, che esigono che la posizione del direttore generale sia circondata da garanzie e, in particolare, che la decisione dell’organo politico relativa alla cessazione anticipata dall’incarico avvenga in seguito all’accertamento dei risultati conseguiti e rispetti il principio del giusto procedimento, poiché il perseguimento dell’interesse connesso alla scelta delle persone più idonee all’esercizio della funzione pubblica deve avvenire indipendentemente da ogni considerazione per gli orientamenti politici.