Home » Edilizia e urbanistica » Prelazione e riscatto fondo
  • Prelazione e riscatto fondo

    Corte d’Appello L’Aquila, civile

    Sentenza 23 maggio 2012, n. 706

    PRELAZIONE E RISCATTO – RISCATTO – CONFINANTE – RISCATTO PARZIALE – ESERCIZIO – FABBRICATO RURALE – ISCRIZIONE CATASTO URBANO – RILEVANZA – ESCLUSIONE – INAMMISSIBILITÀ RISCATTO.

    È inammissibile, da parte del proprietario confinante, il riscatto parziale del fondo rustico, con esclusione del sovrastante fabbricato rurale, nell’ipotesi in cui questo, pur essendo iscritto al catasto fabbricati come civile abitazione, sia al servizio del fondo e sia insistente in zona avente destinazione agricola secondo il piano regolatore. La certificazione catastale inerente il fabbricato ha, infatti, valore di alto amministrativo e si fonda’ sulla dichiarazione a fini fiscali della parte interessata, come tale irrilevante ai fini della prelazione agraria.